1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

L’avversione al rischio spinge il recupero di yen e dollaro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’avversione al rischio in crescita ha guidato il mercato delle valute nella seduta odierna, come mostrano i principali cambi valutari. Lo yen e il dollaro hanno infatti guadagnato terreno rispetto all’euro, risultato della chiusura di operazioni di carry trade che hanno ad oggetto l’indebitamento sulle due valute con tassi inferiori. E le stesse due valute hanno risalito la china nei confronti del dollaro autraliano, valuta ad alto rendimento favorita nelle fasi di ripartenza dell’economia per la ricchezza di minerali che caratterizza l’Australia. I dubbi che il rally dei mercati azionari si sia esteso oltre il dovuto e che le attese di un recupero delle economie globali possano essere state sovrastimate sembrano in questo momento indicare ai mercati la via della prudenza e man mano che ci si avvicina alla fine dell’anno aumenta la voglia di passare all’incasso e mettere al sicuro i guadagni realizzati. Inoltre gli ultimi dati macroeconomici hanno mostrato qualche motivo di dubbio, intervallando notizie positive a notizie negative. Oggi è stato il leading indicator Usa a uscire inferiore alle attese, ieri avevano deluso i dati sul mercato delle abitazioni (nuove costruzioni e permessi edilizi). A un’ora dalla pubblicazione dei dati macro Usa l’euro arretra dell’1,27% contro lo yen a 131,95 e dello 0,69% contro il dollaro Usa a 1,486 mentre il dollaro australiano perde contro yen e dollaro Usa rispettivamente il 2,29% e l’1,69%.