1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Autostrade: in settimana faccia a faccia con l’Anas

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Una raffica di altolà disegna per la fusione Autostrade e Abertis una cammino tutto in salita. Ed anche le tappe previste per la questa settimana, con l’incontro tra i vertici di Anas e Autostrade, rischiano di non essere decisive. I tempi delle assemblee sono stretti, mentre tutti sostengono che prima della fusione si dovrà normalizzare una nuova concessione. Il ministro, Antonio Di Pietro, sostiene che senza garanzie la concessione è a rischio: “Non si possono vendere azioni dalla mattina alla sera e darle agli stranieri così gli italiani pagano i pedaggi e loro vanno a fare un pezzo di autostrade in Scandinavia”. L’Autorità per i Lavori Pubblici decreta che la convenzione tra Anas e Autostrade va rinegoziata, pur non essendoci adesso gli elementi per decidere una revoca. Il presidente dell’Anas, Pozzi, ribadisce che senza un quinto atto aggiuntivo che porti la firma non solo sua e di Autostrade, ma che veda anche concluso l’iter di approvazione che deve passare dal ministero prima e dal Cipe poi, “è difficile che la fusione possa essere approvata”.