Autostrade-Abertis: Di Pietro, "la fusione danneggia il fisco italiano"

Inviato da Redazione il Mar, 12/09/2006 - 08:36
Verrà inviata stasera la lettera di risposta del governo italiano al commissario Ue del mercato interno Mc Kreevy sul caso Autostrade-Abertis. Alcuni temi contenuti nella missiva sono già stati anticipati da Di Pietro. Secondo il ministro delle Infrastrutture, dalle nozze tra le due società potrebbe derivare un danno per mancato introito al fisco italiano e un beneficio per la Catalogna, dove avrà sede il gruppo post-fusione. Le agevolazioni fiscali di cui godrebbe la nuova società potrebbero infatti configurarsi come aiuti di Stato e sarebbero dunque in aperta violazione delle norme comunitarie sulla concorrenza. Intanto il gruppo Benetton è pronto a varare una mega-riorganizzazione, raggruppando in un'unica società le partecipazioni detenute in Autostrade e negli aeroporti. Attualmente, Edizioni Holding controlla Autostrade con il 50,1% attraverso Schemaventotto e possiede partecipazioni in Aeroporti di Roma, Aeroporto di Tornino Caselle e Aeroporto di Firenze.
COMMENTA LA NOTIZIA