1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Autostrade-Abertis, D’Alema spinge per l’intesa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Un mese ancora prima che Autostrade decida se fondersi o meno con la spagnola Abertis. E mentre continuano le polemiche con la componente politica sempre in primo piano, la società autostradale ha trovato un finanziamento da 2,1 miliardi di euro da mettere sul piatto in caso di successo del progetto di aggregazione. Un futuro che ormai dipende direttamente dal regime sulle concessioni contenuto nel decreto fiscale legato alla legge finanziaria. Norma che entrerà martedì formalmente nel mirino della commissione europea con una procedura d’infrazione contro “la convenzione univoca” introdotta dall’articolo 12. Ma la situazione ora appare meno critica del previsto poiché molti dei punti nel mirino dell’Ue sono stati stralciati dal testo della lettera che partirà alla volta di Roma. Sul fronte politico è intervenuto nel weekend Massimo D’alema. Quella di Autostrade, per il vicepremier, è una questione delicata, sulla quale spero si arrivi ad un accordo. “Io sono favorevole – ha detto a margine del forum di dialogo italo-spagnolo di Verona – ad un accordo. E si sta lavorando per arrivare ad un accordo”. Intanto è arrivata la minaccia di richiedere il risarcimento danni in caso il governo faccia saltare l’accordo con Abertis.