Autogrill: conquistati tutti gli aeroporti spagnoli, svetta il titolo

Inviato da Flavia Scarano il Mar, 11/12/2012 - 09:22

Brinda Lottomatica a Piazza Affari l'aggiudicazione di tutte le concessioni duty free negli aeroporti spagnoli. Il gruppo, recita una nota diramata dall'azienda, diventa così l'unico operatore del settore nel secondo mercato aeroportuale europeo.

La società ha vinto, in particolare, i tre lotti della gara indetta da Aena Aeropuertos per i 26 aeroporti del Paese. Le concessioni aggiudicate avranno una durata di sette anni prorogabili di ulteriori tre con l'accordo di Aena.

Autogrill stima che nel periodo 2013-2020 le concessioni vinte genereranno ricavi complessivi per oltre 7 miliardi di euro. Nel 2012 il totale delle attività gestite nei 21 aeroporti rinnovati dovrebbero registrare ricavi per circa 520 milioni di euro. Per la realizzazione dei negozi è stata destinata una spesa per investimenti per circa 100 milioni di euro distribuita nei sette anni di durata del contratto.


"Siamo soddisfatti del risultato ottenuto ed entusiasti per il riconoscimento che ne deriva alla competenza e capacità del nostro team commerciale ed operativo", ha dichiarato José María Palencia, amministratore delegato di WDFG. "Con una durata di almeno sette anni e nuove e più valide superfici commerciali possiamo significativamente incrementare la spesa per passeggero in linea con quella da noi riscontrata nei nostri migliori aeroporti. Per il gruppo WDF questo rappresenta un nuovo inizio su cui basare una strategia di diversificazione e crescita nei nuovi mercati."

"Siamo orgogliosi di aver visto premiate le proposte del nostro team che in questi anni ha realizzato un'integrazione di grande successo e che ha prevalso in questa importante gara nei confronti degli altri maggiori operatori del settore ­ ha dichiarato Gianmario Tondato Da Ruos, amministratore delegato di Autogrill. Dopo questa vittoria il portafoglio contratti del nostro travel retail è uno dei più lunghi del settore e consente di guardare al futuro, focalizzandoci sullo sviluppo nei Paesi emergenti, in primo luogo in Sud America, in vista delle privatizzazioni aeroportuali e delle gare previste nei prossimi due anni."

Il titolo sul Ftse Mib svetta con un rialzo del 3,16% a 8 euro.

COMMENTA LA NOTIZIA