1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Auto Ue cresce ad agosto, ma ritmo ripresa rallenta. Prospettive in peggioramento (Csp)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il mercato auto dell’Unione Europea si è confermato in crescita per il dodicesimo mese consecutivo ad agosto, ma la dinamica delle immatricolazioni sta rallentando di mese in mese. Lo afferma il Centro studi promotor (Csp) commentando i dati diffusi oggi dall’Acea, con le immatricolazione dei primi otto mesi in crescita del 6 per cento.
“Se il mercato dell’Unione europea riuscisse a mantenere questo tasso di crescita fino alla fine dell’anno le immatricolazioni nell’intero 2014 toccherebbero quota 12.568.000, un livello inferiore a quello ante-crisi (2007) di oltre il 19%”, afferma Csp. Secondo Gian Primo Quagliano, presidente del Centro Studi Promotor, non è però affatto scontato che questo risultato, peraltro modesto, possa essere raggiunto. “La dinamica delle immatricolazioni sta infatti rallentando di mese in mese. La recessione che interessa regioni importanti della Ue e la deflazione che incombe sull’intera Unione non stimolano certo la domanda – continua Quagliano – A ciò si aggiunge che non sono affatto in via di superamento alcuni importanti elementi di debolezza. In primo luogo la bassa velocità di crescita del mercato dell’Eurozona, che nei primi otto mesi del 2014 cresce solo del 4,2%, mentre nel complesso dei paesi che non hanno adottato l’euro la crescita nello stesso periodo è del 10,1%. In secondo luogo incide negativamente sulle prospettive del mercato della Ue la debolezza dei tre maggiori mercati della zona euro. Sempre nei primi otto mesi dell’anno il mercato francese è cresciuto infatti soltanto dell’1,6%, quello tedesco del 2,6% e quello italiano del 3,5%”.