1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Auto senza paracadute per il 2009, il governo non ha ancora varato incentivi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ancora ventiquattrore dopodiché, in assenza di un provvedimento che garantisca una qualche forma di incentivo da parte del governo, l’industria italiana dell’auto dovrà affrontare senza alcun paracadute il terribile 2009. E sarà la sola in Europa a trovarsi in queste condizioni perché in quasi tutti gli altri paesi, sotto varie forme, sono state prese decisioni per attutire la botta. In Italia si è parlato a lungo, non sono mancate le polemiche e qualche promessa, ma non è seguito nulla di concreto. Tutto questo accade mentre il mercato dell’auto si appresta a chiudere un anno nero seguito da uno peggiore.

Commenti dei Lettori
News Correlate
CALCIO

Juventus: acquisizione definitiva del calciatore Juan Cuadrado

La Juventus, che ieri si è laureata Campione d’Italia per il sesto anno consecutivo, ha emesso una nota per annunciare che “a seguito del verificarsi delle prestabilite condizioni contrattuali”, è scattato l’obbligo di acquisto a titolo definitivo da…

COLLOCAMENTO AZIONI

Emak: Yama avvia un collocamento sul 10% del capitale

Yama Spa, azionista di maggioranza di Emak con il 75,185% del capitale, ha avviato la cessione di massime 16,4 milioni di azioni, corrispondenti a circa il 10% del totale. Il collocamento verrà realizzato attraverso una procedura di accelerated book …

AIM

Safe Bag: titolo in asta di volatilità dopo massimo storico

Asta di volatilità per il titolo Safe Bag che, in rialzo del 15,77% a 3,46 euro, oggi ha fatto segnare un nuovo massimo storico a 3,466 euro.

La società, quotata sul listino AIM Italia, ha annunciato di aver vinto la gara presso l’aeroporto inte…

Euribor: tre mesi fissato a -0,329%

Il tasso Euribor a tre mesi è stato fissato questa mattina a -0,329%, in rialzo rispetto al fixing di venerdì 19 maggio che era pari a -0,331 per cento. …

Spread Btp-Bund a 173 punti base, rendimento al 2,12%

Lo spread tra il Btp a dieci anni e il Bund tedesco si attesta a 173 punti base. Il rendimento del bond decennale italiano sul mercato secondario è pari al 2,12%, mentre il tasso del Bund con pari scadenza viaggia in area 0,39 per cento.