Auto: Peugeot Citroen acquista Opel, si spiana la strada per fusione Fca e GM?

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo settimane di trattative e indiscrezioni, PSA Peugeot Citroen ha trovato un accordo con General Motors (GM) per acquistare il 100% di Opel. L’operazione rende la casa francese il secondo costruttore automobilistico del Vecchio continente e spiana la strada a una ristrutturazione del panorama automobilistico europeo con nuove operazioni. Tra queste, torna probabile una fusione tra Fca e GM, in quanto senza gli asset europei non ci sarebbero più sovrapposizioni di business tra Fca e General Motors.

L’accordo raggiunto tra PSA e GM
Secondo i termini dell’accordo, PSA acquisterà dall’americana GM i marchi tedesco Opel e inglese Vauxhall, oltre che le operazioni europee di GM Financial, in una transazione che valorizza le attività rispettivamente a 1,3 miliardi di euro e 0,9 miliardi di euro, per un valore complessivo di 2,2 miliardi di euro. Contestualmente il gruppo francese ha creato una joint venture paritetica con la banca BNP Paribas per gestire le attività di GM Financial.
L’operazione include l’inmsieme delle attività auto di Opel e Vauxhall, che comprendono i due marchi, sei stabilimenti di montaggio e cinque di produzione, un centro di ingegneria e circa 400mila dipendenti. Escluso dall’accordo il centro di ingegneria di Torino, che rimarrà dunque in mano a GM. La combinazione dei due gruppi automobilistici dovrebbe generare sinergie annuali di 1,7 miliardi di euro entro il 2026, soprattutto a livello commerciale, di produzione e di sviluppo.