Auto Italia: Centro Studi Promotor, ripresina a giugno

Inviato da Redazione il Lun, 04/07/2005 - 10:24
Quotazione: FCA CHRYSLER
Boccata d'ossigeno per il settore italiano dell'auto a giugno. Le immatricolazioni nel mese appena concluso hanno segnato un progresso del 17,98% rispetto al giugno dell'anno scorso. E' quanto emerge dal check up del Centro Studi Promotor. Il risultato non deve però trarre in inganno: se si ripesca l'ultimo bimestre il confronto da un anno all'altro risulta negativo. Colpa del fenomeno delle bisarche, che ha impedito a maggio la regolare consegna delle autovetture. Secondo i dati diffusi dal ministero dei Trasporti a giugno sono stati immatricolati 233.901 veicoli. Fiat ha visto un rialzo del 17,1% rispetto allo stesso periodo del 2004 a 61.552 veicoli. La quota di mercato di Fiat di giugno si attesta al 26,3%, leggermente in calo dal 27,8% a maggio. Nel mercato francese
Fiat ha invece visto crescere le sue vendite del 4,5%, a fronte di un mercato salito del 2,7%. "Al netto dell'impatto negativo dello sciopero il mercato avrebbe registrato un meno 7%, dato tutto sommato in linea all'andamento del 2005", notano al Centro Studi Promotor. Pertanto "il quadro del settore dell'auto è serio, ma non catastrofico. Anzi considerando le difficoltà del sistema economico, la frenata del mercato dell'auto appare non particolarmente rilevante", concludono dal Centro Studi diretto da Gian Primo Quagliano.
COMMENTA LA NOTIZIA