1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Auto in panne sui listini, gli analisti prevedono frenata produzione e profitti

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Titoli delle quattro ruote in frenata sulle Borse europee. Lo STOXX Europe 600 Automobiles & Parts è il peggior indice settoriale del Vecchio continente, mostrando un calo di quasi 1 punto percentuale. A guidare i ribassi è la tedesca Bmw (-2,07%), che risente della bocciatura arrivata questa mattina da Morgan Stanley. Il broker statunitense ha abbassato il rating sulla casa automobilistica tedesca a underweight dal precedente overweight, sulla previsione di un rallentamento nella crescita dei profitti. Uno scenario che potrebbe riguardare in generale tutto il comparto a seguito del sisma che ha colpito il Giappone lo scorso 11 marzo. “A oltre tre settimane di distanza dal terremoto, i gruppi di assemblaggio giapponesi stanno iniziando a riprendere le attività. Le interruzioni e lo sconvolgimento sulla produzione auto globale si verificherà presto. Ora non è ancora visibile”, ha dichiarato Ubs nel report odierno. Tanto che la casa d’affari svizzera prevede un calo della produzione globale di automobili del 2,5% quest’anno. A soffrire maggiormente saranno i big nipponici. Gli analisti hanno stimato una riduzione delle stime sull’utile operativo del 42% per Honda, del 58% per Nissan e del 65% per Toyota. E proprio su quest’ultima e sulle sue filiali Moody’s ha messo ieri il rating Aa2 sotto revisione per un possibile downgrade. “La decisione riflette la visione che la performance finanziaria e operativa di Toyota peggiorerà a seguito del sisma e del maremoto dell’11 marzo e le conseguenti interruzioni della catena di distribuzione”, hanno spiegato all’agenzia statunitense.