Auto, anche in Europa si studiano misure a sostegno del settore

Inviato da Redazione il Gio, 20/11/2008 - 08:15
"A tutti o a nessuno". L'amministratore delegato di Fiat, Sergio Marchionne, non ci sta. Proprio lui che aveva avanzato all'Acea, l'associazione dei costruttori europei, la proposta di chiedere 40 miliardi di euro di aiuti a Bruxelles per il settore auto, non tollera che un Paese faccia da solo. Oltreoceano i vertici delle "Big Three" di Detroit continuano a premere sul Congresso per sbloccare il prestito già stanziato da 25 miliardi di dollari, ma anche a Bruxelles qualcosa si sta muovendo. Il piano per l'industria delle quattro ruote sarebbe già stato tracciato nelle linee essenziali, non prevede sovvenzioni, ma solo misure di sostegno di tipo finanziario alla produzione di auto meno inquinanti e ad alto contenuto tecnologico innovativo.
COMMENTA LA NOTIZIA