Auto: Acea preoccupata del rialzo prezzo ferro, chiede intervento Ue

Inviato da Valeria Panigada il Mer, 31/03/2010 - 15:10
L'aumento del prezzo del ferro preoccupa le case automobilistiche europee, tanto che l'Acea (l'associazione dei gruppi automobilistici d'Europa) chiede un intervento della Ue. La mossa è stata decisa dopo che ieri alcuni importanti esportatori (tra cui i due australiani Rio Tinto e Bhp Billiton e il brasiliano Cvrd che insieme coprono il 70% delle esportazioni mondiali) hanno alzato di oltre l'80% il prezzo del ferro, materiale cruciale per la produzione dell' acciaio, nei contratti con alcuni clienti orientali. "Questa politica dei prezzi eccessiva e improvvisa potrebbe impattare sulla competitività produttiva in Europa, inclusa quella del comparto automobilistico", si legge nella nota diffusa oggi dall'associazione. Su questo scenario, "Acea chiede alla Commissione europea di utilizzare tutti gli appropriati canali per affrontare gli sviluppi distorsivi". Questa mattina anche Equita aveva analizzato l'argomento. Secondo la sim milanese tra le società più esposte a questo aumento dei prezzi del ferro e di conseguenza dell'acciaio saranno "Piaggio e Fiat, che comprano sia raw materials che componentistica ricca di acciaio".
COMMENTA LA NOTIZIA