Australia: JPM taglia le stime di crescita ma resta ottimista sull'andamento dell'economia

Inviato da Luca Fiore il Ven, 25/05/2012 - 12:10
JPM taglia le stime di crescita sull'economia australiana. Nonostante il settore minerario continuerà a garantire all'economia una solida base di crescita, gli analisti di JP Morgan hanno ridotto le stime sulla crescita australiana nel 2012 dal 3 al 2,7%. In calo anche il dato relativo il 2013, che dal 3,3 passa al 3%. "Nonostante questi downgrade -ha dichiarato Stephen Walters, capo economista di JP Morgan- il contesto macro resta immutato".

Ad inizio mese la Banca centrale, la Reserve Bank of Australia, ha tagliato il costo del denaro di 50 punti base al 3,75%. "Riteniamo che misure di allentamento più aggressive da parte della RBA potranno essere innescate solo da fattori esogeni", ha dichiarato Walters. JPM stima che l'economia cinese, Pechino rappresenta il primo partner commerciale dell'Australia, nel 2012 crescerà dell'8%.
COMMENTA LA NOTIZIA