Australia, i dati macro non bastano, l'aussie perde terreno in vista della riunione della RBA

Inviato da Luca Fiore il Lun, 06/09/2010 - 12:34
Nonostante le indicazioni macroeconomiche migliori delle attese, il dollaro australiano non festeggia sul valutario. Secondo gli analisti il board della Reserve Bank of Australia domani confermerà il costo del denaro al 4,5% per il quarto mese consecutivo. Il braccio operativo della RBA teme che una stretta monetaria possa scontrarsi con un rallentamento dell'economia globale.

L'aussie in questo momento scambia sostanzialmente stabile contro euro e dollaro a 1,4067 (eur/aud) ed a 0,9159 (aud/usd). La moneta australiana perde invece terreno nell'aud/cad (0,9484, -0,2%) e nell'aud/nzd (1,2661, -0,4%).

Le indicazioni arrivate dal fronte macro hanno confermato il buon momento dell'economia australiana. La stima sull'inflazione redatta da TD Securities e dal Melbourne Institute ha rilevato il decimo incremento mensile consecutivo, con i prezzi in crescita dello 0,2% ad agosto (dallo 0,1% precedente). Su base annua il dato registra un +3%, vertice alto del range 2/3% indicato dalla Reserve Bank of Australia.

Il numero invece degli annunci di lavoro misurati dall'indice ANZ Job Advertisements, sempre ad agosto, ha registrato un rialzo del 2,6%, +36% su base annua. Il dato precedente aveva messo a segno una crescita dell'1,4%.
COMMENTA LA NOTIZIA