1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Australia: banca centrale conferma tassi al 4,75%; dollaro australiano in calo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nessuna sopresa dalla banca centrale australiana. La Reserve Bank of Australia ha confermato la propria politica monetaria lasciando invariati i tassi di riferimento al 4,75%. Il livello attuale dei tassi, ha precisato la Rba in un commento rilasciato dopo l’annuncio relativo ai tassi, appare “appropriato” all’attuale stato dell’economia del Paese. Il mercato del lavoro, sempre secondo l’istituto australiano, dovrebbe continuare a registrare timidi segnali di miglioramento anche nei prossimi mesi. Il dollaro australiano ha registrato un leggero deprezzamento dopo la decisione scendendo sotto area 1,0690 contro il dollaro americano. La Borsa di Sydney ha invece terminato la giornata in flessione dello 0,2% con l’indice S&P/ASX 200 che ha fermato le lancette a quota 4559,60 punti.

Commenti dei Lettori
News Correlate
AUMENTO DI CAPITALE

Carraro: offerta in opzione, sottoscritto il 99,684%

A conclusione dell’offerta in opzione nell’ambito dell’aumento di capitale, Carraro ha annunciato che sono stati esercitati 43.225.974 diritti per la sottoscrizione di 33.620.202 azioni, pari al 99,684% del totale.

Il controvalore complessivo è d…

BANCHE ITALIA

Veneto Banca: Cda chiede intervento Atlante per ricapitalizzazione

Oggi il Cda di Veneto Banca “ha riaffermato – si legge in una nota diffusa dall’istituto – la propria piena fiducia nella prospettiva dell’aggregazione con Banca Popolare di Vicenza come condizione per il rilancio delle due banche, importante per lo …

MERCATI

Chiusura di ottava di poco sotto la parità per le borse europee

Grazie a un miglioramento nella seconda parte innescato dalla revisione al rialzo del Pil statunitense del primo trimestre (+1,2%), i listini europei riducono le perdite e chiudono la settimana di poco sotto la parità.

A Londra il Ftse100 ha term…

MACRO

Stati Uniti: fiducia dei consumatori a 97,1 punti a maggio

Nel mese di maggio l’indice di fiducia dei consumatori elaborato dall’Università del Michigan si è attestato a 97,1 punti, dai 97 di aprile. Nella stima flash il dato era risultato pari a 97,7 punti.