L'aussie vola ai massimi da quattro mesi

Inviato da Luca Fiore il Gio, 17/10/2013 - 17:22
Massimi da quattro mesi per l'aussie. La ricerca di asset ad alto rendimento innescata dall'accordo statunitense anti-default sta favorendo il dollaro australiano che poco fa ha spinto il cambio con il biglietto verde in quota 96,43 centesimi di dollaro, il livello maggiore da metà giugno.

Nelle ultime cinque sedute il cross è salito di oltre due punti percentuali in scia della pubblicazione delle minute dell'ultima riunione della Reserve Bank of Australia. Dai verbali è emerso che nonostante non possa essere esclusa "la possibilità di un ulteriore taglio del tasso di riferimento, attualmente non c'è l'intenzione di diminuirlo".

In due anni la Rba ha ridotto il costo del denaro del 2,25% portandolo all'attuale minimo storico del 2,5%. Dai dati Bloomberg relativi gli swap sui tassi emerge che al 75% il costo del denaro non sarà più toccato nel 2013.

Secondo Robert Mead, money manager della Pacific Investment Management Co. (Pimco), a causa della forza della divisa australiana "il costo del denaro sarà mantenuto basso per parecchio tempo".
COMMENTA LA NOTIZIA