1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Aumenti di capitale iperdiluitivi: Consob, soluzione è modello rolling

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

A partire dal 2009 alcune società quotate sul mercato regolamentato italiano Mta gestito da Borsa Italiana hanno posto in essere operazioni di aumento di capitale, con diritto d’opzione aventi caratteristiche peculiari. Tali operazioni, che si configurano come aumenti di capitale fortemente diluitivi, sono caratterizzate da un elevato rapporto tra il numero di azioni da emettere e il numero di azioni in circolazione e da una forte differenza fra il prezzo di sottoscrizione delle nuove azioni ed il prezzo del titolo nell’ultimo giorno di negoziazione prima dell’avvio dell’aumento (prezzo cum).

Alla luce dell’esperienza maturata, per la Consob l’unica soluzione potenzialmente in grado di risolvere del tutto le anomalie di prezzo risulta essere l’introduzione di una finestra di consegna addizionale delle nuove azioni in ciascuna giornata del periodo d’offerta (cosiddetto modello rolling), così da ovviare alla scarsità di titoli e permettere il riallineamento del prezzo su valori corretti.

Nei periodi di offerta delle nuove azioni, ricorda la Consob, si sono verificate anomalie nell’andamento dei prezzi di mercato dei titoli azionari (ex diritto) che, soprattutto nei primi giorni, sono risultati fortemente sopravvalutati. Tali anomalie appaiono causate da una pluralità di fattori, perlopiù di natura tecnica e legati alle caratteristiche degli aumenti. Sempre a causa delle condizioni di estrema diluizione degli aumenti in parola, si genera una scarsità di titoli nel corso dell’aumento che impedisce alle dinamiche di mercato di riequilibrare i corsi azionari.

Nel complesso, dal 2009 al luglio 2014, risultano conclusi 23 aumenti di capitale fortemente diluitivi. Le anomalie più rilevanti si sono verificate con riferimento ad un numero ristretto di casi, l’ultimo dei quali è l’aumento promosso da Banca Monte dei Paschi di Siena.