1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Risparmio ›› 

Aumentano i pagamenti non-cash: nel 2008 salgono a 250 mld le transazioni globali

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Più carte e meno pagamenti in contanti. Di anno in anno, aumenta il numero di coloro che preferiscono affidarsi ai pagamenti non-cash. È avvenuto anche nel corso del 2008, periodo durante il quale il volume dei pagamenti non-cash a livello mondiale ha registrato una crescita nell’ordine dell’8,6%, raggiungendo i 250 miliardi di transazioni. Lo rivela il World Payments Report 2009 pubblicato da Capgemini, Royal Bank of Scotland ed European financial management and marketing association (Efma). E in questo contesto sono soprattutto le carte (di credito e debito) che continuano a trainare il mercato dei pagamenti. Dati alla mano, le transazioni effettuate tramite carta sono salite del 14,5% nel 2007 e dell’11,2% nel 2008. Dal punto di vista geografico, sui mercati globali la parte del leone la fanno gli Stati Uniti e l’Eurozona, che insieme contribuiscono al 61% delle transazioni, mentre la quota delle economie in via di sviluppo continua a crescere ogni anno. Non a caso il report mette in evidenzia che in regioni come l’Asia, le innovazioni dei pagamenti stanno portando benefici ai ricavi. “Le banche che cercano di crescere e di aumentare i ricavi derivanti dai pagamenti, dovrebbero tenere presente che le best practice e molte delle iniziative asiatiche hanno dimostrato come l’innovazione nei pagamenti rappresenti una fonte potenziale di ricavi”, osserva la nota.