1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Aste Btp: i rendimenti scendono ma non tanto da rassicurare il mercato

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Risultati in chiaroscuro dall’asta di Btp condotta dal Tesoro questa mattina. Si è assistito a una buona domanda da parte degli investitori e a un calo dei rendimenti, non sufficiente tuttavia a permettere al rendimento del decennale di posizionarsi al di sotto del 5%, soglia che gli analisti ipotizzano come target per gli acquisti di titoli di Stato condotti da tre settimane dalla Banca centrale europea.


Sono stati assegnati 2,99 miliardi di Btp con scadenza luglio 2014 con un tasso di copertura dell’offerta pari a 1,32 (da 1,31) e con un rendimento del 3,87% (da 4,80%). Per quanto riguarda i titoli decennali,  3,75 miliardi di Btp con scadenza marzo 2022 sono stati assegnati con un bid/cover ratio di 1,27 e un rendimento del 5,22%, rispetto al 5,77% della precedente asta.

Il risultato emerso dall’asta di oggi potrebbe dunque segnalare la necessità di un maggiore sforzo per l’istituto centrale nel tentativo di mantenere al di sotto del 5% i rendimenti dei bond governativi dell’Eurozona.


In un report di questa mattina gli analisti di Barclays Capital avvertivano che nel caso gli investitori avessero snobbato l’asta, la Bce sarebbe stata costretta a proseguire gli acquisti di titoli sul mercato secondario attraverso il piano SMP (Secondary Market Purchase) al fine di mantenere i rendimenti al livello target.


Acquisti che invece hanno fin qui percorso una parabola discendente. La scorsa settimana la Bce ha acquistato titoli di Stato dell’Eurozona per 6,65 miliardi di euro, in calo dai 14,49 miliardi di una settimana prima e in diminuzione anche dai 22 miliardi di due settimane fa.