Astaldi: piano al 2013 vede +13% annuo dei ricavi e utile oltre i 110 mln a fine piano

Inviato da Titta Ferraro il Mer, 13/05/2009 - 15:26
Quotazione: ASTALDI
Nuovo piano industriale per Astaldi. Il piano per il quinquennio 2009-2013 delinea un percorso di crescita in continuità rispetto a quello del precedente periodo di pianificazione. A fine piano i ricavi sono attesi a 2,7 mld di euro con una crescita media annua del 13%. L'ebit è atteso a quota 260 mln di euro (+14% medio annuo) con ebit margin a oltre il 9%. Atteso in crescita annua a doppia cifra anche l'utile netto: oltre 110 milioni di euro (+20% di crescita media per anno). Il portafoglio ordini è visto a 13,5 miliardi di euro. Infine l'indebitamento netto nel 2013 è stimato in riduzione 178 milioni di euro per la la quota riferita al settore costruzioni (debt/equity ratio a 0,3) e pari a 351 milioni di euro quella relativa alle concessioni. "Pur in presenza di un contesto macroeconomico profondamente mutato rispetto allo scorso anno, confermiamo obiettivi di crescita sostenuta. La politica del Gruppo nel prossimo quinquennio è supportata da una rilevante capacità commerciale, da un portafoglio ordini ricco di qualità e da un management estremamente qualificato che rappresentano i nostri asset più preziosi", ha commentato Stefano Cerri, amministratore delegato del gruppo, aggiungendo che l'obiettivo è quello di rafforzare la leadership nel mercato domestico ed internazionale.
COMMENTA LA NOTIZIA