1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Asta Spagna non delude, rendimenti in deciso calo rispetto a un mese fa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Considerevole calo, come da attese, dei rendimenti nell’asta di titoli a breve scadenza tenuta oggi dal Tesoro spagnolo. Madrid ha collocato titoli per complessivi 4,5 miliardi di euro, al top del range previsto che era tra 3,5 e 4,5 mld. Nel dettaglio sono stati collocati titoli a 12 mesi per 3,53 miliardi di euro a un rendimento medio del 3,07% dal 3,918% della precedente asta di titoli con analoga durata tenuta a luglio. Allocati anche titoli a 18 mesi per 982 milioni di euro con rendimento medio in flessione dal 4,242% al 3,335%. Il bid to cover è stato di 2,2 per i titoli a 12 mesi (dall’1,8 dell’asta di maggio) e di 4,4 per quelli a 6 mesi (dal 3,2 precedente). Per quanto concerne la domanda, il bid-to-cover pari a 1,9 per i titoli annuali dal 2,2 precedente e 4 volte l’offerta per quelli a un anno e mezzo dal 3,7 precedente. 

Reazione contenuta del mercato
Senza sussulti la reazione del mercato con i rendimenti dei titoli spagnoli che continuano nel loro percorso di discesa su tutto l’arco della curva dei tassi. I Bonos a 10 anni fanno segnare un rendimento del 6,17%, livello più basso delle ultime 6 settimane. Il differenziale di rendimento tra Bonos decennale e Bund risulta di 464 punti base. Il mercato rimane cautamente ottimista sulle possibili mosse della Bce che a settembre dovrebbe annunciare la ripresa del piano di acquisti di bond sul mercato secondario, in particolare di titoli a breve scadenza, al fine di calmierare i rendimenti dei bond governativi dei Paesi in difficoltà. Ieri la Bundesbank nel bollettino mensile ha ribadito il proprio disaccordo sull’acquisto di bond governativi poiché ritiene che mutualizzare i rischi di solvibilità  dovrebbero competere alla politica finanziaria, ossia ai governi e ai parlamenti, e non alle banche centrali.

Domani asta Germania, a fine mese trittico di emissioni per l’Italia
L’agenda di agosto vede domani l’asta di titoli tedeschi a due anni con il Tesoro tedesco che intende piazzare  Schatz a due anni con cedola zero per complessivi 5 mld di euro. Per l’Italia le prossime aste di bond governativi sono concentrate nello scorcio finale di agosto: il 29 agosto quella dedicata ai Bot semestrali, mentre il 28 e il 30 agosto sarà il turno di quelle riguardanti i titoli di medio-lungo.