Asta: Portogallo piazza ammontare più alto, rendimenti alti. Strategist guardano a settimana prossima -2

Inviato da Micaela Osella il Ven, 01/04/2011 - 11:22
"La scadenza di giugno sarà più difficile e bisognerà monitorare la situazione del Portogallo giorno per giorno, asta dopo asta", avverte la Cremonese. A complicare la situazione ci si è messa anche l'incognita politica: il presidente portoghese, Anibal Cavaco Silva, ha annunciato ieri sera lo scioglimento del parlamento e la convocazione di elezioni legislative anticipate il 5 giugno prossimo, una decisione attesa dopo le dimissioni, la scorsa settimana, del primo ministro Josè Socrates. Senza un governo tecnico, non c'è la possibilità di negoziare gli aiuti. A giugno scadono altre redemptions. Secondo l'esperta di reddito fisso la richiesta degli aiuti all'Unione europea e al Fondo monetario internazionale potrebbe essere la prima cosa che il nuovo governo potrebbe decidere di fare, anche perché il calendario in questo caso lo rende possibile, cadendo il 15 giugno. "Con l'asta di oggi il governo ha più spazio di manovra e sarà indicativo vedere come il mercato si comporterà la prossima settimana con l'appuntamento dei T Bill". Il Portogallo terrà infatti aste di titoli di Stato il prossimo 6 e 20 aprile, 4 e 18 maggio e 1 e 15 giugno. Nell'asta del 6 aprile il Tesoro lusitano dovrebbe collocare titoli per un ammontare compreso tra i 750 milioni e un miliardo di euro.
COMMENTA LA NOTIZIA