1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Asta Ctz e balzo fiducia Italia spingono Ftse Mib a quota 21mila, rally per Mediaset e titoli lusso

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Scatto di Piazza Affari con l’indice Ftse Mib che rivede quota 21mila punti riportandosi così a ridosso dei massimi dal maggio 2011. Sponda importante al rally dei mercati è arrivata oggi dalla convincente asta Ctz e dal balzo della fiducia dei consumatori italiani ai massimi dal 2011. Riscontri che si sono aggiunti a quelli di ieri da oltreoceano con la fiducia dei consumatori statunitensi salita ai massimi a sei anni. 
Piazza Affari a metà giornata sale di oltre l’1%. L’indice Ftse Mib segna un progresso dell’1,07% a quota 21.046 punti. 

Asta Ctz da record e fiducia consumatori ai massimi dal 2011 
Buoni i riscontri arrivati dall’asta Ctz con l’allocazione di titoli per 2,5 mld di euro al nuovo rendimento minimo storico. Il Tesoro ha assegnato oggi i titoli Ctz a due anni (scadenza dicembre 2015) al rendimento di assegnazione dello 0,707%, in calo rispetto allo 0,822% registrato nell’asta del 25 febbraio scorso. Si tratta del rendimento di assegnazione più basso dall’introduzione dell’euro. In aumento la domanda che è stata di 2,02 volte l’importo offerto contro le 1,72 volte dell’asta precedente. Oggi il Tesoro non ha invece provveduto al collocamento di Btpei poichè questo mese è già stato emesso via sindacato il nuovo BtpEi 2024.
La fiducia dei consumatori italiani è invece balzata a marzo a 101,7 punti, massimi dal giugno 2011. Fermi invece le vendite al dettaglio, invariate su base mensile a gennaio. 
Rally per Mediaset e comparto lusso 
A fare la voce grossa oggi sul Ftse Mib ci sono diversi testimonial del comparto del lusso con Yoox in ascesa del 4,2%, +3,17% per Salvatore Ferragamo e +2,83% per Tod’s
Tra i titoli più brillanti oggi spicca Mediaset (+2,68%) all’indomani dei conti 2013 che hanno visto il ritorno all’utile anche se è stata confermata la mancata distribuzione del dividendo. Il risultato netto di gruppo 2013 è stato positivo per 8,9 milioni di euro contro la perdita di 287,1 milioni del 2012. L’Ebit è passato da -235,4 a +246,3 milioni di euro. In calo il fatturato a 3.414,7 milioni dai 3.720,7 milioni nel 2012.
Commenti dei Lettori
News Correlate

Yoox Net-a-porter: completata fusione, oggi il debutto a Piazza Affari

E’ diventata efficace a partire da oggi la fusione tra Yook e The Net a Porter Group, dando vita a una società leader mondiale nell’e-commerce della moda e del lusso sotto il nome di Yoox Net-a-porter (in forma abbreviata Ynap). Le azioni di nuova emissione del nuovo gruppo così creato sono state quotate oggi sul […]

Yoox Group: via libera Consob alla fusione con Largenta Italia

Yoox, il partner globale di Internet retail per i principali brand della moda e del lusso, rende noto che Consob ha rilasciato il giudizio di equivalenza sul documento informativo relativo alla fusione per incorporazione di Largenta Italia in Yoox. La società precisa inoltre che lo scorso 29 settembre l’atto di fusione è stato iscritto presso […]

Yoox Net-A-Porter Group: debutto in Borsa il prossimo 5 ottobre

La fusione tra l’italiana Yoox e la piattaforma Net-A-Porter del gruppo svizzero Richemont è stata firmata e il nuovo gruppo si appresta a debuttare sulla Borsa di Milano il prossimo 5 ottobre. A inizio settembre le autorità avevano dato il via libera al progetto di integrazione, annunciato la scorsa primavera. La nuova società verrà detenuta […]