1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Asta Bund snobba rumors downgrade, rendimenti ai minimi storici

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Segnali importanti sono arrivati dall’asta tedesca di oggi. Il Tesoro è riuscito a collocare 3,35 miliardi di euro di Bund a 10 anni al nuovo minimo storico (1,28%), al di sotto dei 4 previsti. Il bid-to-cover è rimasto invariato all’1,6.

Non sembrano quindi aver avuto più di tanto impatto sul segmento governativo i rumors che si erano diffusi questa mattina su un possibile downgrade del rating sovrano tedesco.
C’è di più. I nuovi minimi storici in asta (rendimenti in linea con il mercato secondario) e la domanda comunque stabile sembrano confermare la nostra view di un ritorno delle tensioni sui mercati e di un atteggiamento molto cauto da parte degli investitori. I toni di risk off con cui era iniziata la settimana si sono affievoliti ma non sono del tutto scomparsi.

Dopo l’asta l’indice tedesco è rimasto pressoché stabile con una perdita poco superiore al punto percentuale. In flessione dai massimi di seduta anche l’euro/dollaro che è tornato a riposizionarsi in area 1,3160 dopo aver tentato l’attacco a 1,32 nella notte.

Trimestrali a parte, il principale evento della giornata sarà il Beige Book di questa sera che farà il punto sulla situazione macroeconomica negli Usa. Sarà il primo comunicato ufficiale dopo i recenti dati deludenti e dopo il meeting di politica monetaria di marzo. Gli operatori cercheranno di capire se gli ultimi dati hanno cambiato la view sul ritmo di crescita della prima potenza del mondo.

VINCENZO LONGO
Market Strategist IG

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Piazza Affari sale con Enel e Telecom

Si riscatta Piazza Affari nell’ultima seduta della settimana recuperando la debolezza della vigilia dovuta alle parole di Jean Claude Juncker, presidente della Commissione europea, che ieri in un intervento a …

RAPPORTO OCSE

Ocse lancia allarme su debito

Alert Ocse sul debito. L’organizzazione parigina indica che nel 2018 il debito nei Paesi Ocse è stimato in crescita a quota 45.000 miliardi di dollari rispetto ai 43.600 miliardi del …