Asta Btp: Tesoro colloca ammontare massimo previsto. Stabile il tasso sui 10 anni, sale sui 5 anni

Inviato da Flavia Scarano il Gio, 29/08/2013 - 12:02

Il Tesoro fa il pieno di Btp a medio-lungo termine. In occasione dell'asta odierna, sono stati collocati Btp a 10 anni per 2,5 miliardi di euro, raggiungendo il massimo della forchetta prevista tra i 1,75 e 2,5 miliardi. Il rendimento medio assegnato ai titoli decennali è stato pari al 4,46%, invariato rispetto all'asta di luglio ma in discesa rispetto a quella di giugno. In salita invece la domanda, con un rapporto di copertura, ossia il bid-to-cover, che si è attestato all'1,51 rispetto all'1,32 dell'asta scorsa.

Di 3,5 miliardi è stato invece l'ammontare dei Btp a 5 anni collocati dal Tesoro, anche in questo caso raggiungendo l'ammontare massimo prefissato tra i 2,5 e i 3,5 miliardi. Il rendimento medio assegnato è stato pari al 3,38%, in crescita rispetto al 3,22% dell'asta precedente. In calo in questo caso la domanda, con un bid-to-cover all'1,22 rispetto all'1,36 dell'asta di luglio.

Si conclude così la tre giorni di aste di titoli italiani. Martedì il Tesoro aveva piazzato Ctz con scadenza 2015 per 2,98 miliardi di euro, praticamente al massimo della forchetta prevista che era tra 2 e 3 miliardi di euro. Il rendimento medio di assegnazione è stato pari all'1,871%, in aumento rispetto all'1,857% dell'asta dello scorso 26 luglio. Il rapporto di copertura (bid to cover) si è attestato all'1,46, inferiore rispetto al precedente 1,56.

Ieri era stato invece il turno dei Bot a 6 mesi con la collocazione di titoli semestrali per 8,5 miliardi di euro. Il risultato è un'asta che ha evidenziato un lieve aumento dei rendimenti, che sono però rimasti sotto la soglia psicologica dell'1 per cento. Nel dettaglio il titolo semestrale è stato collocato ad un tasso dello 0,886%, in aumento rispetto allo 0,799% dell'asta precedente ma sotto l'1% dell'asta di fine giugno. Il rapporto tra domanda e offerta (bid to cover) è stato pari a 1,47, stabile rispetto all'asta del 29 luglio.

Bene lo spread Btp-Bund, che rimane sotto la soglia dei 250 punti base e con il rendimento del Btp decennale al 4,35%. Il differenziale di rendimento tra i titoli di Stato decennali italiani e tedeschi ieri in avvio aveva superato la soglia dei 260 punti base.

COMMENTA LA NOTIZIA