Assoreti: raccolta netta per reti promotori finanziari a luglio pari a quasi 2,2 miliardi

Inviato da Flavia Scarano il Mer, 03/09/2014 - 12:02
A luglio la raccolta netta per le reti di promotori finanziari è stata positiva e pari a quasi 2,2 miliardi di euro, con una contrazione del 13,8% rispetto al mese precedente. Lo rende noto Assoreti, che spiega come il risultato sia condizionato esclusivamente dai disinvestimenti dalle posizioni amministrate, nel complesso pari a 823 milioni di euro, e più in particolare dalla liquidità (-839 milioni di euro) e dai titoli di debito (-396 milioni di euro). In crescita, invece, i volumi di raccolta realizzati sui prodotti del risparmio gestito, pari a quasi 3,0 miliardi di euro (+4,0% su giugno), rappresentando il migliore risultato mensile da gennaio 2010.

La spinta sul gestito arriva dal comparto assicurativo: i volumi complessivi di raccolta sono pari a 1,7 miliardi di euro, con un aumento del 47,1% rispetto al mese precedente. In particolare, l'investimento in unit linked ammonta a 1,4 miliardi di euro (+40,3%) mentre i premi netti in polizze vita tradizionali sono pari a 330 milioni (+31,3%). La raccolta netta realizzata sulle quote di OICR, distribuite direttamente, è stata complessivamente positiva per 874 milioni di euro (-18,9%). Le risorse posizionate sulle gestioni collettive estere ammontano a 715 milioni di euro, quelle sugli OICR di diritto italiano sono positive per 161 milioni. In flessione anche le gestioni patrimoniali individuali: il bilancio mensile su GPF e GPM è positivo per 308 milioni di euro.

Il contributo mensile delle reti al sistema di OICR, attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote, si è attestato, quindi, su un ammontare pari a 2,5 miliardi di euro; da inizio anno l'apporto delle reti sale a circa 11,5 miliardi di euro. (Al momento non sono disponibili i dati di sistema relativi al mese di luglio. Non è, quindi, possibile effettuare, sul mese e da inizio anno, valutazioni comparative con gli altri canali distributivi).

Nel mese l'investimento in titoli è stato positivo per 16 milioni di euro: le vendite sui titoli di debito vengono compensate dagli investimenti netti sugli altri strumenti finanziari. Il volume complessivo dell'operatività delle reti si è ripartito tra una raccolta lorda di 8,7 miliardi di euro per il risparmio gestito, un intermediato di 8,6 miliardi di euro per le transazioni in titoli e di 224 milioni di euro per gli altri prodotti e servizi.

Il numero di promotori finanziari con mandato dalle società rientranti nell'indagine dell'Assoreti sale a 21.781 unità, con una rappresentatività del 92,6% sull'intera compagine associativa (23.531 - dato stimato); il numero dei clienti primi intestatari supera la soglia dei 3,4 milioni.
COMMENTA LA NOTIZIA