1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Assoreti: il 2013 è iniziato positivamente per i promotori grazie a una raccolta di 944 milioni

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il dato rilevato da Assoreti indica nel mese di gennaio una raccolta netta positiva per le reti di promotori finanziari pari a 944 milioni di euro, in flessione rispetto al mese precedente (1,8 miliardi di euro), ma con volumi superiori al mese di gennaio del 2012 (784 milioni di euro). L’attività di raccolta sui prodotti del risparmio gestito, di poco inferiore a 1,6 miliardi di euro, continua a mantenersi su livelli particolarmente significativi, seppure in contrazione rispetto al risultato di dicembre (2,2 miliardi di euro); aumentano i deflussi di risorse dai prodotti in regime amministrato, nel complesso quantificabili in 608 milioni di euro (-464 milioni di euro a dicembre).

La raccolta netta realizzata attraverso la distribuzione diretta di quote di OICR è stata complessivamente positiva per 1,1 miliardi di euro. Si conferma il forte orientamento all’investimento in OICR esteri, sui quali confluisce il 99,2% della raccolta in fondi comuni di investimento. Tra i fondi domiciliati all’estero aumentano le risorse destinate ai fondi di fondi, pari a 454 milioni di euro, mentre si riduce la parte investita in fondi comuni tradizionali (626 milioni di euro), pur confermandosi come componente prevalente.

Positivo ma prossimo al pareggio il bilancio di raccolta sugli OICR italiani (24 milioni di euro). Gli investimenti netti effettuati sui prodotti assicurativi e previdenziali ammontano a 489 milioni di euro; le scelte dei risparmiatori privilegiano sempre le unit linked (422 milioni di euro) e le polizze vita tradizionali (127 milioni di euro). Torna negativo il saldo delle movimentazioni sulle gestioni patrimoniali individuali (-24 milioni di euro); i deflussi dalle GPF (-45 milioni di euro) vengono solo in parte compensati dagli investimenti in GPM (21 milioni di euro).

Il contributo complessivo delle reti al sistema di OICR, attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote, si è attestato, quindi, nel primo mese dell’anno su un ammontare pari a 1,5 miliardi di euro, rappresentando il 47,3% della raccolta netta complessiva del settore (3,2 miliardi di euro).

Nel mese, l’investimento in titoli è stato negativo per 619 milioni. Il risultato è fortemente condizionato dai disinvestimenti netti dai titoli di debito (-684 milioni) e dai titoli azionari (-252 milioni di euro), mentre prevalgono gli ordinativi di acquisto sugli strumenti del mercato monetario (207 milioni di euro); lievemente positivo il saldo della liquidità (11 milioni di euro).

Il volume complessivo dell’operatività delle reti si è ripartito tra una raccolta lorda di 6,7 miliardi di euro per il risparmio gestito, un intermediato di 9,4 miliardi di euro per le transazioni in titoli e di 137 milioni di euro per gli altri prodotti e servizi.

Il numero di promotori finanziari con mandato dalle società rientranti nell’indagine dell’Assoreti è pari a 21.529 unità, con una rappresentatività del 91,9% sull’intera compagine associativa (23.423 – dato stimato).