1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Assicurazioni ›› 

Assicurazioni temporanee poco convenienti: oltre il 30% più care rispetto alle annuali

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le assicurazioni temporanee? In realtà non convengono. È quanto emerge da un’analisi messa a punto da Facile.it sull’analisi del risparmio che le assicurazioni temporanee sono in grado di offrire. Questo tipo di polizze possono costare anche oltre il 30% in più di quelle annuali. Per contratti assicurativi di durata inferiore ad un anno, infatti, alle auto si applica un premio corrispondente al periodo di tempo per il quale dovrà essere valida la copertura, con una maggiorazione pari al 15% del premio annuo. Questo significa che se si vuole assicurare per un mese il veicolo, la somma da pagare risulterà doppia rispetto ad un mese di polizze annuale. Più complicata la situazione per ciclomotori e motocicli: la maggiorazione da applicare al premio Rc auto è pari al 30% del premio annuo. I costi quindi lievitano soprattutto se si assicura la moto per tempi brevi. Non solo. Le assicurazioni temporanee non fanno maturare classe di merito, quindi non permettono di ridurre le spese negli anni successivi attraverso un miglioramento della propria storia assicurativa. Una possibile soluzione? Facile.it la individua nelle cosiddette polizze sospendibili, una tipologia di assicurazione che si può interrompere, per almeno 30 giorni e per un massimo di 12 mesi, e riattivare in qualsiasi momento. Questo tipo di polizza è particolarmente indicata per i possessori di motoveicoli, i costi si riducono e le spese vengono ammortizzate, oltre alla maturazione della classe di merito. “Spesso si è convinti che per risparmiare sia necessario approntare strategie complesse e articolate – dichiara Alberto Genovese, amministratore delegato di Facile.it – o piuttosto che ci si debba far guidare dai luoghi comuni: ma non è così. Non sempre le scelte che riteniamo più vantaggiose sono effettivamente tali”.