Assicurazione.it: Toscana, Sicilia a Puglia le regioni con il più alto numero di denunce

Inviato da Redazione il Mar, 04/01/2011 - 10:40
Il settore assicurativo rimane sotto i riflettori anche in questo avvio d'anno. Il tema caldo è sempre lo stesso: il contenimento del costo delle tariffe. Un tema che sarà dibattuto oggi dal ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani, e da Giancarlo Giannini, presidente dell'Isvap, e Fabio Cerchiai, numero uno dell'Ania.
E in attesa che vengano trovate delle soluzioni concrete al caro Rc auto e le compagnie assicurative recepiscano i suggerimenti dell'Isvap per contenere i rincari dei premi, nei primi giorni del 2011 saranno oltre due milioni e mezzo gli automobilisti che, avendo causato un incidente nel corso del 2010, saranno costretti a cambiare classe di merito. E' quanto emerge dai dati diffusi oggi da Assicurazione.it. I conducenti più indisciplinati, così come è accaduto lo scorso anno, sono stati i toscani (7,06%), seguiti quest'anno dai siciliani (6,71%) e dai pugliesi (6,51%).I "più bravi al volante" sembrano invece essere i molisani, meno del 4% di loro ha denunciato un incidente con colpa nel 2010. Percorrendo lo Stivale, tra i più corretti alla guida i lucani (4,76%) e gli emiliano-romagnoli (4,94%).
Dalle denunce presentate alle assicurazioni risulta inoltre che le categorie professionali che hanno causato il maggior numero di incidenti sono stati i medici (6,70%, comunque in calo rispetto al 7,37% dello scorso anno) e gli insegnanti (6,66%). I conducenti più prudenti sono risultati i vigili urbani (appena il 4,65%) e i sacerdoti (4,98%).
COMMENTA LA NOTIZIA