Assicurativi ancora in affanno dopo sisma, si stimano costi per 34 mld dollari

Inviato da Valeria Panigada il Lun, 14/03/2011 - 15:39
Ancora una giornata di passione per i titoli europei del settore assicurativo, soprattutto per le compagnie di ri-assicurazione. Già venerdì scorso, le azioni del comparto erano precipitate sul timore dei costi legati al terremoto del Giappone. Oggi la loro discesa non si arresta, per via di timori su contaminazioni nucleari nella regione di Fukushima. Inoltre, nuovi allarmi tsunami vengono lanciati nell'area del Pacifico. Lo STOXX Europe 600 Insurance mostra un ribasso dell'1,5%, classificandosi tra i peggiori indici settoriali della giornata. Tra i più colpiti, Swiss Re cede oltre il 4% mentre Munich Re perde il 3%. Il settore potrebbe affrontare costi pari a 35 miliardi di dollari legati al sisma, secondo quanto stimato da AIR Worldwide. Da sottolineare, che la stima non tiene conto delle conseguenze dello tsunami.
COMMENTA LA NOTIZIA