1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Asm Brescia poco mossa, domani a Bergamo si discute di aggregazione

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Asm Brescia sale senza dare nell’occhio sul listino. Il titolo della ex municipalizzata bresciana segna un rialzo dello 0,21%, scambiando a quota 2,45 euro. Sotto l’albero di Natale potrebbe celebrarsi un matrimonio tra due testimonial del mondo multiutility, tra l’Asm Brescia e la Bas. L’utility guidata da Renzo Capra ultimamente sta infatti cercando di esercitare il suo fascino su Roberto Bruni, il sindaco di Bergamo, perché vadano in porto le nozze. E secondo indiscrezioni di stampa il lieto fine potrebbe arrivare già entro la fine dell’anno. Il 21 dicembre il Comune di Bergamo ha confermato a Spystocks che è programma un consiglio di amministrazione straordinario. All’ordine del giorno Bas. Ma fonti vicine al Comune di Bergamo frenano sui possibili sviluppi. “Domani è in agenda una riunione in provincia a cui sarà presente il sindaco di Bergamo, Roberto Bruni. Sul tavolo si discuterà di varie proposte che hanno come argomento la Bas. Verrà affrontata la possibilità di aggregazione con Asm Brescia, ma anche il progetto di creare un nodo in provincia in cui la Bas sarebbe l’utility più grande. Mentre è stato completamente abbandonata l’idea di un’aggregazione con Como”, spiegano le fonti. “I Comuni di Bergamo e di Brescia stanno facendo le loro valutazioni. Al momento non è ancora stato preso un indirizzo preciso”, aggiungono.