1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Arriva Sandy, Wall Street rimane chiusa. Troppi danni potrebbero frenare i listini

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
La Borsa di New York resterà chiusa oggi, e secondo alcune previsioni anche domani, a causa del passaggio dell’uragano Sandy. Lo si è appreso da un annuncio diramato da Nyse Euronext e Nsadaq OMX. “Nyse Euronext fermerà le contrattazioni sui mercati lunedì 29 ottobre e, sotto riserva di conferma, martedì 30 ottobre” ha precisato in un comunicato Nyse Euronext. Analogamente anche il gruppo Nasdaq OMX ha annunciato che tutti i suoi mercati americani saranno chiusi “lunedì 29 ottobre e, sotto riserva di conferma, martedì 30 ottobre”.
Lo stop delle contrattazioni non è un elemento preoccupante di per se per le sorti delle quotazioni dei principali panieri di Wall Street. Le incognite negative sono invece legate ai danni potenziali che la tempesta potrebbe causare.
“Ci aspettiamo di vedere volumi limitati sia lunedì che potenzialmente martedì” ha dichiarato Steve Goldman, amministratore delegato di Capital Kapstream a Sydney, secondo cui  “la tempesta, a seconda di quanto sarà forte, potrebbe spingere i mercati verso al ribasso”. 
Il perché dei potenziali ribassi paventati dall’esperto? Presumibilmente perchè la zona su cui si dovrebbe abbattere Sandy, a sud del New Jersey, in potenza potrebbe interessare 60 milioni di persone. Un numero talmente grande che ha impedito una completa evacuazione dell’area.
In caso di danni consistenti, l’economia Usa nel breve potrebbe pagare dazio a una minor capacità di spesa dei cittadini americani. Elemento di rischio ancor più grande se si considera l’imminenza delle feste natalizie e del black Friday. Il venerdì nero quest’anno si terrà il 23 novembre e rappresenta sempre un appuntamento cult per Wall Street in quanto fornisce delle ottime indicazioni su come andranno le vendite natalizie, festività che per alcune società valgono anche il 60% del fatturato annuale.