1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Arpe irrompe in Banca Profilo, il controllo passerà al suo fondo Sator

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN


Matteo Arpe alla conquista di Banca Profilo. Sator, gruppo finanziario attivo nel private equity fondato nel 2008 dall’ex amministratore delegato di Capitalia, ha stretto una partnership con Banca Profilo che lo porterà a diventare azionista di maggioranza della banca. L’accordo siglato prevede un aumento di capitale della Banca milanese per un importo fino a 110 milioni di euro, innalzando il core Tier I ratio della banca ad un livello di circa 13%. L’accordo tra gli azionisti di riferimento di Profilo e il fondo di private equity di Sator, si legge nelal nota odierna di Banca Profilo, ha l’obiettivo di garantire un azionariato di riferimento stabile per la banca, di conseguire una struttura finanziaria solida e di imprimere un nuovo indirizzo strategico alla banca, che consenta di valorizzarne il business nel medio-lungo periodo.


Il piano di ristrutturazione messo a punto da Banca Profilo insieme al fondo di private equity di Sator prevede la suddivisione in due tranche dell’aumento di capitale: 30 milioni di euro da offrirsi in opzione a tutti gli azionisti; Sator garantirà la quota di competenza del mercato per un controvalore di 15 milioni di euro, mentre gli attuali azionisti di riferimento sono impegnati a sottoscrivere la relativa quota per un ammontare minimo di 9 milioni di euro, estendibile a 15 milioni di euro; 70 milioni di euro, estendibili a 80 milioni, con esclusione del diritto di opzione, riservati a Sator, che si riserva la possibilità di allargare la base azionaria anche ad altri investitori che intendano supportare il nuovo piano strategico. Al termine dell’operazione, il fondo di private equity di Sator deterrà una partecipazione almeno pari al 51% del capitale sociale della Banca.
La revisione del modello di business della banca milanese, rifocalizzandolo sull’attività di private banking, con un conseguente riallineamento di tutte le strutture organizzative per supportare un’efficace implementazione della nuova strategia. Sator, in qualità di azionista di controllo, nominerà il senior management della banca con l’obiettivo di integrare l’attuale team di manager che ha gestito in questi anni la nascita e lo sviluppo di Banca Profilo. Una volta perfezionato l’aumento di capitale, la maggioranza dei consiglieri verrà nominata da Sator, mentre  agli attuali azionisti di riferimento spetterà il diritto di designazione da due a tre consiglieri.