1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Argento, il quadro tecnico segnala voglia di ripresa in vista

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’inizio di settimana ha permesso alle quotazioni dell’argento di confermare le indicazioni rialziste emerse nel corso della passata ottava. Dopo i ribassi patiti venerdì, il metallo pregiato questa mattina ha infatti testato nuovamente i nuovi supporti dinamici espressi dalla trendline discendente tracciata con i top decrescenti del 12 dicembre e 2 gennaio. Violata al rialzo il 10 gennaio scorso, già il giorno successivo le quotazioni permisero il completamento del primo pull back. Ad incrementare le possibilità che l’argento rialzi la testa dopo la discesa patita dai top di fine novembre a 34,39 dollari l’oncia contribuisce l’incrocio positivo, avvenuto sempre il 10 gennaio sul daily chart, delle resistenze dinamiche espresse dalla media mobile esponenziale di breve. Se a questo punto la certificazione della volontà rialzista di breve si avrebbe con la violazione delle resistenze statiche poste in prossimità dei 30,94 dollari, rottura che andrebbe inevitabilmente confermata in chiusura di giornata, ingressi long anticipati consentirebbero di ridurre l’ampiezza dello stop richiesto. Quello in atto appare infatti un doppio minimo in costruzione, figura che, in caso di un ritorno delle quotazioni oltre i 31,50 dollari, permetterebbe all’argento di iniziare una fase correttiva di breve/medio utile a completare il pull back profondo della trendline rialzista di lungo periodo rotta al ribasso lo scorso 14 dicembre. Si tratta della linea di tendenza disegnata con i minimi crescenti del 24 luglio e del 2 agosto 2012. Partendo da questi presupposti, chi volesse valutare con favore l’implementazione di una strategia long sull’argento potrebbe prendere in considerazione l’ingresso in acquisto a 30,60 dollari. Con stop che scatterebbe in caso di chiusure di seduta sotto i 29,60 dollari, il primo target si avrebbe a 32,20 dollari mentre il secondo a 33,35 dollari.