Argento, dopo una lunga fase di lateralità può a tornare a brillare nel breve

Inviato da Riccardo Designori il Mar, 29/11/2011 - 15:48
Quotazione: ARGENTO
E' dallo scorso 17 novembre che le quotazioni dell'argento si muovono all'interno di un ristretto trading range compreso tra i minimi posti a 30,6875 dollari l'oncia e i massimi a 33,0725 dollari. Pur avendo generato un segnale di debolezza con la violazione dello scorso 17 novembre dei supporti dinamici offerti dalla trendline ascendente tracciata con i minimi del 5 e 20 ottobre e con la caduta sotto il sostegno statico presente in area 33,2275 dollari, nel breve le quotazioni del metallo pregiato sembrano avere delle possibilità di riallacciare il dialogo con il long. In questa direzione vanno alcune constatazioni di stampo tecnico emerse sul grafico a 30 minuti e su quello daily nel corso degli ultimi giorni. Nel primo caso il riferimento è alla violazione delle resistenze dinamiche fornite dalla trendline discendente tracciata con i massimi decrescenti del 24 e 28 novembre, nel secondo alle crescenti pressioni sulle resistenze dinamiche espresse dalla media mobile a 14 periodi. In base a questi presupposti e ipotizzando la possibilità che l'argento possa spingersi fino al completamento del pull back profondo della trendline ascendente di lungo periodo tracciata con i minimi del 28 gennaio e del 27 giugno violata al ribasso lo scorso 22 settembre, è lecito implementare una strategia long con acquisti a 31,8775 dollari. Con stop collocato sotto i minimi di novembre, il primo target è a 33,22 dollari mentre il secondo è a 34,8750 dollari.
COMMENTA LA NOTIZIA