1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Arcelor: Lakshmi Mittal tenta Zaleski con 25 milioni di azioni “indiane”

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Mittal ce la sta mettendo tutta per arrivare ad un accordo con il cda di Arcelor, che spiani la strada all’acquisizione del gigante franco-belga-lussemburghese al fine di creare il primo attore mondiale nel settore dell’acciaio. L’impresa non è sicuramente facile per il magnate Lakshmi, che i ben informati sostengono sia ottimamente coadiuvato dalla moglie Usha, co-proprietaria del gigante siderurgico. Il pressing dei russi di Severstal (il cavaliere bianco) è forte, e al momento l’offerta messa sul piatto da Aleksei Mordashov ha il pregio non solo di valorizzare maggiormente le azioni della preda, ma anche di avere il benestare del board di Arcelor. Che avrebbe garanzia di sopravvivenza post-fusione, soprattutto dopo che Mordashov ha abbassato al 25% dal 32% il pacchetto di azioni che avrebbe cedendo ai soci della preda la sua partecipazione in Severstal (89,6%) e Lucchini (70%). Per quest’ultima, tra l’altro, sembra essere sfumato al momento anche il progetto di quotazione al quale stava lavorando anche Ubm.
L’offerta “indiana”, al momento ostile, potrebbe essere addolcita e migliorata in attesa del cda del 25 giugno, chiamato a esaminarla qualora pervenisse. “Mittal Steel conferma di essere in colloqui avanzati e costruttivi con Arcelor che possono o non possono portare a una offerta amichevole”, ha detto il portavoce della società alle agenzie. Nelle more di un’eventuale revisione resta in piedi quella già presentata, che scadrà il prossimo 5 luglio. Tra l’altro, l’assemblea del 30 giugno, chiamata a votare la fusione con Severstal, potrebbe essere annullata da una corte lussemburghese su richiesta di alcuni azionisti di minoranza, convinti che i regolamenti dell’assise favoriscano nel voto la società russa.
Ma la partita più importante, tra i due pretendenti, sembra essere quella di ottenere il favore del primo azionista della società, il finanziere Romain Zaleski, forte del 7,79% delle azioni. E deciso a valorizzare al meglio il suo pacchetto che vale al momento circa 1,74 miliardi di euro. In quest’ottica, Zaleski qualche giorno fa ha detto no ad un buy back proposto dal cda francese, che sarebbe andato a vantaggio di Severstal. Secondo il finanziere questa mossa diminuirebbe significativamente il valore delle azioni del gruppo dell’acciaio.
Zaleski non ha mostrato, in pubblico, predilezioni per uno dei due pretendenti. Ma secondo quanto appreso da Finanza.com, negli ultimi giorni avrebbe incontrato Lakshmi Mittal ed esponenti di Arcelor per un giro di consultazioni. Con il magnate indiano, pronto all’affondo finale, Zaleski avrebbe anche parlato della possibilità di ottenere una opzione call su 25 milioni di titoli classe “A” di Mittal (il 10% di quelle in circolazione), come contropartita dell’adesione all’opa. Le opzioni sarebbero acquisite da Argepa sa, la finanziaria lussemburghese a monte del controllo di Carlo Tassara international. Non solo: Mittal avrebbe anche allo studio la variazione dello statuto della società, che ora presuppone due categorie di azioni. Le “A”, quotate e che hanno diritto ad un voto per azione, e le “B”, non quotate e in mano a Lakshmi e alla moglie Usha, che hanno diritto a 10 voti. Quest’ultima categoria di azioni comprende 457,4 milioni di titoli a fronte dei 255 milioni di “A”, e consente alla famiglia proprietaria di mantenere pieno controllo sulla società. Allo stato attuale le informazioni in merito sono assolutamente frammentarie, e non è dato sapere se la call in questione per il finanziere con base nel bresciano sia subordinata alla conquista del 51% di Arcelor, o sia semplicemente collegata alla sua vendita del suo 7,79%. O meglio, se tutto questo resterà solo un’ipotesi sulla carta.
Da ricordare che La proposta Mittal prevede diverse alternative: lo scambio di un’azione Mittal Steel e 11,10 euro cash per ogni azione Arcelor; oppure 17 azioni Mittal Steel ogni 12 azioni Arcelor; oppure 37,74 euro cash per ogni azione Arcelor.