Arcelor cede alla Mittal

Inviato da Redazione il Lun, 26/06/2006 - 08:47
E' arrivato nella notte il sì alla fusione con la Mittal da parte del consiglio di amministrazione della franco lussemburghese Arcelor. E' così andato in porto, dopo mesi di tensioni, il matrimonio che darà vita al leader mondiale del settore, la Arcelor Mittal, un colosso da 100 milioni di tonnellate di produzione l'anno, capacità tre volte superiore rispetto alla rivale più vicina. A posteriori, la resistenza dei vertici di Arcelor, che avevano definito la proposta "150% ostile", ha dato i suoi frutti. Il controvalore totale dell'operazione si è attestato infatti intorno ai 29,9 miliardi di euro, 40,4 euro per azione, valore del 43% più elevato rispetto all'offerta originale pervenuta 5 mesi fa. Mr Mittal, che deterrà il 43,4% della nuova società, ha dovuto anche mettere da parte, almeno per il breve termine, qualsiasi velleità in termini di governance. Siederà infatti nel nuovo consiglio di amministrazione in qualità di presidente senza alcun potere operativo, nonostante appaia scontato, come confermato dagli stessi vertici di Arcelor, che continuerà ad avere una grande influenza.
COMMENTA LA NOTIZIA