Arabia Saudita: riserve di petrolio ancora insufficienti

Inviato da Redazione il Gio, 09/12/2004 - 08:36
A due giorni dall'incontro dei paesi Opec l'Arabia Saudita, il membro più influente, si schiera contro la maggioranza dei partecipanti al cartello dichiarando che, prima di effettuare un taglio della produzione di petrolio, le riserve devono ancora crescere e consolidarsi. Le parole del ministro del Petrolio saudita Ali Naimi hanno provocato un calo nel prezzo dell'olio nero poi recuperato in parte dopo la pubblicazione dei dati sulle riserve petrolifere Usa cresciute meno delle attese.
COMMENTA LA NOTIZIA