Apple: trimestrale record, dividendo più ricco, aumento piano buyback. Split azionario

Inviato da Daniela La Cava il Gio, 24/04/2014 - 09:02

Una trimestrale record, con utili e ricavi oltre le attese, revisione al rialzo del dividendo e del piano di riacquisto di azioni(buyback), e infine l'annuncio di uno split azionario. Molte e gradite soprattutto agli azionisti le sorprese annunciate ieri nel quartier generale di Apple a Cupertino. E di fronte a queste "novità" il titolo del big tecnologico ha messo le ali nell'afterhours a Wall Street, mostrando una crescita prossima all'8%.

Apple ha annunciato di avere archiviato il suo secondo trimestre dell'anno fiscale 2014, conclusosi lo scorso 29 marzo, con un fatturato che è salito a 45,6 miliardi di dollari e un utile netto trimestrale in crescita del 7% a 10,2 miliardi di dollari, pari a 11,62 dollari per azione. Dodici mesi prima la società tecnologica californiana aveva registrato ricavi per 43,6 miliardi e profitti trimestrali di 9,5 miliardi di dollari, pari a 10,09 dollari per azione diluita.

Risultati migliori rispetto alle attese degli analisti che indicavano un utile per azione di 10,18 dollari e vendite per 43,53 miliardi. Il margine lordo è stato del 39,3%, rispetto al 37,5% registrato nello stesso trimestre di un anno fa. Le vendite internazionali hanno rappresentato il 66% del fatturato trimestrale.
Boom di vendite degli iPhone. Nei primi tre mesi del 2014 la società ha venduto 43,7 milioni di iPhone, oltre le previsioni del mercato che si attendeva vendite per 37,7 milioni.

Per il trimestre in corso Apple si attende un fatturato compreso tra 36-38 miliardi di dollari e un margine lordo nella forchetta 37%-38%.

Apple premia gli azionisti

Apple macina utili e decide di premiare i suoi azionisti. In concomitanza con l'uscita dei conti trimestrali la società fondata da Steve Jobs ha annunciato che il consiglio di amministrazione haaumentato il piano di buyback, portandolo a 90 miliardi di dollari dai 60 miliardi dello scorso anno.
Il cda di Apple ha inoltre approvato l'aumento di circa 8% del dividendo trimestrale a 3,29 dollari per azione ordinaria, pagabile il prossimo 15 maggio. "L'azienda ha intenzione di aumentare il suo dividendo su base annuale - si legge in una nota - Con pagamenti annuali di 11 miliardi di dollari, è tra le aziende che pagano più dividendi al mondo".
A sorpresa il gruppo di Cupertino ha anche annunciato uno split azionario sette per uno. "Ogni azionista Apple registrato alla chiusura delle attività al 2 giugno 2014 riceverà sei ulteriori azioni per ogni azione posseduta alla data di registrazione, e il trading inizierà sulla base dell'adattamento allo split il 9 giugno 2014", recita un comunicato.
"Stiamo annunciando un aumento significativo per il nostro programma di restituzione del capitale," ha dichiarato Tim Cook, amministratore delegato di Apple. "Siamo fiduciosi nel futuro di Apple e vediamo un enorme valore nelle azioni Apple, quindi stiamo continuando a destinare la maggior parte del nostro programma al riacquisto di azioni. Siamo anche felici di aumentare il nostro dividendo per la seconda volta in meno di due anni".

Decisioni che sono state accolte favorevolmente dal finanziere Carl Icahn che ha affidato i suoi commenti su Apple, come spesso accade, ad un tweet: "Completamente d'accordo con l'aumento del piano di buyback di Apple ed estremamente soddisfatto dei risultati. Credo che saremo anche felici quando vedremo nuovi prodotti".

COMMENTA LA NOTIZIA