1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Apple da record: potrebbe essere la prima azienda a raggiungere i mille miliardi di capitalizzazione di mercato

Apple potrebbe essere la prima società a raggiungere una capitalizzazione di mercato pari a mille miliardi di dollari. Lo sostengono gli analisti di Rbc. Ora il big di Cupertino ha …

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nuovi massimi storici a Wall Street e una capitalizzazione di mercato da record oltre la soglia dei 820 miliardi di dollari per Apple. Un momento decisamente positivo a Wall Street per il big di Cupertino grazie alla trimestrale migliore delle attese. E di fronte a queste performance il mercato guarda a un “magic number”, vale a dire il traguardo dei mille miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato.

 

Secondo gli analisti di Rbc Capital Amit Daryanani e Amitesh Bajad, che mantengono la raccomandazione “outperform” e un prezzo obiettivo pari a 176 dollari sul titolo californiano, questo traguardo potrebbe essere raggiunto nei prossimi 12-18 mesi. Al momento Apple ha una capitalizzazione di mercato sopra quota 826 miliardi di dollari. “Pensiamo che Apple rimanga sulla buona strada per diventare la prima azienda a raggiungere il traguardo di mercato di mille miliardi di dollari”, scrivono gli esperti di Rbc, secondo i quali questo fatidico obiettivo potrebbe essere infranto grazie al lancio dell’iPhone 8 atteso in autunno. Gli esperti fanno notare che storicamente l’azione Apple ha mostrato un rendimento medio del 15,6% nei 90 giorni che precedono la presentazione ufficiale al mercato del nuovo prodotto.

 

Apple e i numeri dell’ultima trimestrale

L’ultima trimestrale di Apple, presentata lo scorso 2 agosto, è stata apprezzata ed è ancora apprezzata dal mercato. Il terzo trimestre dell’esercizio fiscale è stato archiviato da Apple con un utile netto di 8,72 miliardi di dollari, ossia 1,67 dollari per azione, in aumento rispetto ai 7,80 miliardi dell’anno prima, ossia 1,42 dollari per azione, e oltre le aspettative degli analisti ferme a 1,57 dollari per azione. I ricavi sono saliti da 42,36 a 45,41 miliardi contro i 44,89 miliardi stimati dal mercato. La crescita è stata sostenuta dalle vendite di iPhone che nel periodo chiuso il primo luglio sono aumentate dell’1,6% a 41,03 milioni rispetto ai 40,7 milioni pronosticati dagli analisti.