1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

“Apple in difficoltà, ma per ora nessun contagio”. I casi Cisco e Microsoft

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“Apple è sicuramente in difficoltà, come si vede dal grafico, ma è presto per parlare di contagio”. Lo spiega Eugenio Sartorelli, docente e vicepresidente SIAT, che nella rubrica “Tre Minuti Con” fa il punto della situazione in casa della Mela morsicata.

IL CASO APPLE “Apple con i recenti ribassi ha ritracciato il 61,8%, che è tantissimo. Ha rotto anche la trendline di lungo periodo. Il titolo è sicuramente in difficoltà, ma per quanto riguarda il contagio per il momento non credo, soprattutto sui titoli corporate in generale. Apple potrebbe scivolare ancora più in basso, ma non tantissimo e uno dei motivi è che la trimestrale sarà sempre positiva, anche se sotto le attese. Bisognerà vedere se continuerà a guadagnare un sacco di soldi nei prossimi anni e io penso di no”.

CISCO E MICROSOFT “Cisco è il titolo più grosso nel settore hardware e computer. Dai minimi del 2016 ha ritracciato il 32%, molto meno, la media mobile non è scesa e, quindi, per il momento su questo titolo non si può parlare di contagio, nonostante sia il più grosso dello stesso settore”. Stesso discorso per Microsoft: “Lo troviamo nel settore software ed è lo storico rivale di Apple. Si tratta di un titolo che ha corretto molto meno del 30%, non c’è stato incrocio tra le medie mobili. Bisogna stare attenti che non vada sotto ai 90 dollari, altrimenti potrebbero esserci dei rischi. Occhio anche al minimo del 26 dicembre: se venisse rotto potremmo parlare di contagio, altrimenti ci potrebbe essere un rimbalzo del mercato americano”.