Apple e Cisco fanno pace sull’i-Phone

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Pace fatta tra Apple e Cisco. Le due società hanno trovato un accordo per l’utilizzo della denominazione i-Phone, rivendicata da Cisco e già usata da Apple. La soluzione è degna di un giudice di pace di provincia: entrambi potranno usare il marchio i-Phone per i loro prodotti. Naturalmente Cisco, che era proprietaria del nome i-Phone fin dal 2000 grazie all’acquisizione della società Infogear, riceverà anche del denaro ma quanto non è dato a sapersi.
La transazione è infatti extragiudiziale, con il pagamento di un corrispettivo da parte di Apple, a fronte della rinuncia per entrambi di portare nuovamente in futuro davanti a un tribunale il contenzioso.


La cosa più singolare dell’intera faccenda è che sul mercato ci saranno due prodotti, molto simili tra loro a quanto pare, con lo stesso nome. Cisco infatti ha intenzione di lanciare a breve un telefonino all-in-one come quello presentato da Apple.

Non è certo la prima volta che Apple, e in particolare Steve Jobs, si trovano davanti a un problema simile. Nella storia della società ci sono stati diversi episodi di questa natura. Il più recente è quello che ha visto Apple citata in giudizio dai mitici Beatles. Oggetto della disputa era in marchio della mela all’interno del mercato musicale internazionale, utilizzato da Apple storicamente per i prodotti Pc e oggi a per i-Tunes, ma anche dall’etichetta discografica dei Beatles. Come negli altri casi il tutto si è concluso con una transazione economica extragiudiziale.


Questo metodo del “copia ora e paga poi” sembra ormai un marchio di fabbrica di Apple, che già all’inizio della sua storia ha dovuto affrontare qualche causa di copyright o in difesa del diritto intellettuale di brevetti. La setssa paternità dell’invenzione del mouse rientra in questa casistica. A onor del vero, in passato, Apple si è trovata dalla parte della vittima. Come nel famoso e molto discusso caso del debutto di Microsoft nel settore software. La leggenda narra che lo scaltro Bill Gates, allora amico-rivale di Steve Jobs, abbia sostanzialmente copiato (si dice anche migliorandolo sostanzialmente) il suo primo sistema operativo da un’idea della Apple, dando alla luce l’arcinoto e famoso windows.

Commenti dei Lettori
News Correlate
USA

Wall Street: scambi misti sul mercato futures dopo Pil deludente

Futures misti sulle piazze americane dopo la pubblicazione del dato sul Pil annualizzato del primo trimestre 2017. L’economia statunitense è cresciuta al ritmo più debole degli ultimi tre anni nei primi tre mesi dell’anno. Questa dinamica è stata det…

Russia: banca centrale taglia i tassi al 9,25%

La banca centrale russa ha deciso di tagliare il tasso chiave portandolo dal 9,75% all’attuale 9,25 per cento. I mercati si attendevano un taglio, ma stimavano una discesa al 9,50 per cento. “L’inflazione si sta muovendo verso il target fissato, le a…

Elezioni Francia: Macron avanza nei sondaggi, a lui il 60% dei voti

Il candidato centrista Emmanuel Macron avanza nei sondaggi. Secondo l’ultima indagine Opinionway-Orpi per Les Echos e Radio Classique, Macron batterebbe nel secondo turno delle elezioni presidenziali in Francia la rivale Marine Le Pen con il 60% dei …

Inflazione Eurozona torna ad accelerare, aumentano pressioni su Bce

L’inflazione della zona euro torna ad approcciare il target del 2% perseguito dalla Bce mostrando inoltre una decisa accelerazione ad aprile della componente core, ossia l’inflazione di fondo, salita ai massimi a quasi 4 anni. Indicazioni che vanno a…