Antonveneta: Bpi cerca di voltare pagina

Inviato da Redazione il Ven, 12/08/2005 - 08:49
La Banca popolare italiana si attrezza per la trattativa con gli olandesi, come onorevole via d'uscita alla scalata su Antonveneta e che con ogni probabilità sarà gestita dall'attuale cda insieme al custode giudiziario, Emanuele Rimini. Non quindi dall'ex ad Giampiero Fiorani, che la Procura milanese ha sospeso fino a ottobre dalla carica. A Lodi c'è voglia di voltare pagina e il cda di ieri sancisce il ritorno alla collegialità nella gestione e la disponibilità a fare un passo indietro su Padova. Vanno in questa direzione la nostra nomina di Paolo Landi a coordinatore delle direzioni centrali, e dei due advisor Lazard e Dresdner a depositari della continuità strategica alla prospettata operazione con Banca Antonveneta. In altre parole i due consulenti della scalata hanno da oggi la missione di disincagliare l'esplosiva situazione. Ieri Rimini, gestore del 29,5% dei titoli Antonveneta sotto sequestro giudiziario, ha detto che la soluzione conciliativa ossia la cessione del pacchetto ad Abn Amro è sicuramente la più naturale.
COMMENTA LA NOTIZIA