1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Antonveneta: Banca d’Italia si difende, tutto avvenuto a norma di legge

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Banca d’Italia accusata dalla Procura di Roma di aver fatto di testa sua nella partita Antonveneta non ci sta. Palazzo Koch questa mattina in un comunicato dice di meravigliarsi della diffusione di notizie in merito alle audizioni di dirigenti di Banca d’Italia. “Esse appaiono frutto di una mancanza di senso di responsabilità e di una totale sottovalutazione del fatto che notizie tendenziose possono provocare gravi danni alla reputazione delle Istituzioni e turbative degli operatori finanziari e del mercato”, recita la nota. “La Banca d’Italia nel rilasciare l’autorizzazione all’Opa e all’Opas della Popolare italiana sull’Antonveneta ha seguito rigorosamente nella sostanza e nella forma le norme sulla formazione degli atti e sull’adozione delle decisioni. Sono state puntualmente rispettate le disposizioni di legge e di rango secondario regolanti questo tipo di autorizzazioni”, continua. “Con particolare riferimento alla qualità del soggetto richiedente, come disciplinata dalla normativa comunitaria e nazionale sono stati acquisiti i pareri di quattro fra i più autorevoli giuristi italiani specialisti della materia nonché un ulteriore parere di un consulente legale della Banca. Il provvedimento di autorizzazione all’Opa e all’Opas dà espressamente conto delle considerazioni svolte ai vari livelli e delle motivazioni che, essendo stati soddisfatti anche tutti i parametri tecnici lo hanno reso doveroso, non rifiutabile”.