1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Antonveneta: Akros vede supporto a 8 euro per BPI post aumento capitale

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Abn Amro ha ribadito la loro intenzione di puntare alla maggioranza di Antonveneta e che non c’è alcun interesse nell’essere azionisti di minoranza. Gli olandesi sarebbero disponibili a trovare, con le autorità italiane, un compromesso su Antoveneta che salvaguardi anche la Popolare Italiana. “La notizia più importante vede Abn disposta a offrire un way out alla Popolare Italiana”, commentano oggi gli analisti di Banca Akros. “Dalle dichiarazioni del Ceo di Abn e soprattutto da indiscrezioni della stampa, l’offerta di Abn non dovrebbe comportare minusvalenze significative per la banca lodigiana, rischio probabilmente per il quale il titolo BPI ieri ha registrato forti predite sul mercato, portandosi di nuovo al prezzo dell’aumento di capitale recentemente chiuso”, spiegano nella nota. “L’eventuale dissequestro delle azioni Antonveneta darebbe chiaramente a Fiorani un forte potere negoziale perchè farebbe venir meno il rischio di revoca dei finanziamenti delle banche a favore della BPI garantiti dal pegno sulle azioni Antonveneta ora sequestrate. Considerando un worst case scenario per BPI, in cui Abn offra un prezzo più basso, diciamo 20/21 euro per azione del valore di carico delle azioni Antonveneta in mano alla banca lodigiana, comprendendovi anche quelle che la banca potrebbe acquistare con l’esercizio delle put in mano ai concertisti, la forte patrimonializzazione della banca a seguito dell’aumento di capitale appena concluso di 1,5 miliardi di euro offre un forte supporto al titolo a 8 euro per azione, nonostante una potenziale liability di oltre 500 milioni”, concludono.

Commenti dei Lettori
News Correlate
CALCIO

Juventus: acquisizione definitiva del calciatore Juan Cuadrado

La Juventus, che ieri si è laureata Campione d’Italia per il sesto anno consecutivo, ha emesso una nota per annunciare che “a seguito del verificarsi delle prestabilite condizioni contrattuali”, è scattato l’obbligo di acquisto a titolo definitivo da…

COLLOCAMENTO AZIONI

Emak: Yama avvia un collocamento sul 10% del capitale

Yama Spa, azionista di maggioranza di Emak con il 75,185% del capitale, ha avviato la cessione di massime 16,4 milioni di azioni, corrispondenti a circa il 10% del totale. Il collocamento verrà realizzato attraverso una procedura di accelerated book …

AIM

Safe Bag: titolo in asta di volatilità dopo massimo storico

Asta di volatilità per il titolo Safe Bag che, in rialzo del 15,77% a 3,46 euro, oggi ha fatto segnare un nuovo massimo storico a 3,466 euro.

La società, quotata sul listino AIM Italia, ha annunciato di aver vinto la gara presso l’aeroporto inte…

Euribor: tre mesi fissato a -0,329%

Il tasso Euribor a tre mesi è stato fissato questa mattina a -0,329%, in rialzo rispetto al fixing di venerdì 19 maggio che era pari a -0,331 per cento. …

Spread Btp-Bund a 173 punti base, rendimento al 2,12%

Lo spread tra il Btp a dieci anni e il Bund tedesco si attesta a 173 punti base. Il rendimento del bond decennale italiano sul mercato secondario è pari al 2,12%, mentre il tasso del Bund con pari scadenza viaggia in area 0,39 per cento.