1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Antonveneta, ad AbaxBank occhi puntati a venerdi’

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Popolare Lodi è salita al 12,721% di Antonveneta, raggiungendo la quota
detenuta da Abn Amro, che è pari al 12,68%. La quota di Abn Amro potrebbe salire fino al 19% del capitale “fully diluted” con la conversione di obbligazioni convertibili, anche se per raggiungere questa quota, tuttavia, occorre la preventiva autorizzazione della Banca d’Italia. Il 15 aprile scade il patto di sindacato che vincola i principali soci di Antonveneta che, conseguentemente, saranno liberi di disporre delle proprie azioni. In particolare i Benetton, titolari del 5% circa, non hanno ancora ufficializzato quale siano le loro intenzioni, anche se hanno definito interessante l’offerta di Abn. Edizione Holding ha contratto un finanziamento con Popolare Lodi che, a scadenza, può essere rimborsato in cash oppure con i titoli della banca padovana. Deltaerre, la fiduciaria titolare del 10,3%, in cui sono riuniti gli imprenditori veneti e lombardi, non ha ancora chiarito quali siano le loro intenzioni definitive. Su questo calderone dicono la loro gli analisti di AbaxBank. “Se la BPL, assieme ai propri alleati, riesce a raggiungere il 50% del capitale della Banca, bloccherebbe di fatto l’operazione promossa dagli olandesi che, infatti, è condizionata al raggiungimento del 50%+1 del capitale di Antonveneta”, commentano gli esperti. “Venerdì prossimo, si riunirà il CdA di Antonveneta, che deciderà se giudicare amichevole o ostile l’offerta olandese. Sempre venerdì, potrebbe riunirsi un consiglio di amministrazione della BPL e scadrà, come già ricordato, il suddetto patto di sindacato”, aggiungono.