1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Antonio Di Pietro sospende i fondi destinati alle Ferrovie

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Antonio Di Pietro, ministro delle Infrastrutture, ha annunciato ieri di aver congelato un miliardo e 35 milioni, cioè la parte del “tesoretto” derivato dalle maggiori entrate fiscali, che il governo ha indirizzato alle infrastrutture ferroviarie. “Sono stufo dello Stato che da soldi al buio e poi altri decidono cosa farne”, ha detto Di Pietro alla “Conferenza sulla mobilità” di Napoli mentre l’amministratore delegato delle Ferrovie, Mauro Moretti, aveva già lasciato la sala. Si tratta dell’ennesimo attacco, forse il più violento, lanciato dal ministro contro la gestione Moretti. Qualcuno dice che è anche questione di “carattere” se i due non si amano. Ma sullo sfondo c’è soprattutto un diverso modo di intendere il servizio ferroviario. L’obiettivo di Di Pietro è da sempre cancellare la holding Fs che da una parte controlla Rfi, la società che gestisce la rete, dall’altra Trenitalia, che fa circolare i treni. Solo in questo modo sarebbe possibile aprire ai privati evitando gli attuali “conflitti di interesse” tra Rfi e Trenitalia.