1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Antitrust: in Italia i conti correnti più salati, spesa media di 182 euro l’anno

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

182 euro l’anno. E’ questa la spesa media che gli italiani devono sobbarcarsi per tenere aperto un conto corrente bancario. Lo ha rilevato oggi l’Antitrust a conclusione della sua indagine conoscitiva sul settore. Si tratta dei conti correnti più cari d’Europa, decisamente sopra i livelli di Paesi quali Gran Bretagna (65 euro), Francia (meno di 99 euro) e Spagna (108 euro), per non parlare dell’Olanda (35 euro). L’Antitrust rimarca come la debolezza del processo competitivo nel settore bancario italiano rispecchia l’assenza di incentivi allo sviluppo di un reale gioco concorrenziale. A contare maggiormente non è il numero elevato di istituti visto che in Paesi come Olanda e Belgio al minor numero di gruppi bancari attivi corrisponde un più basso livello di spesa media di conto corrente. L’indagine dell’Antitrust rimarca come in Italia esista un’enorme variabilità potenziale di prezzi da una banca all’altra per la stessa tipologia di conto corrente, e allo stesso tempo non è concessa al consumatore la possibilità di scegliere al meglio secondo le proprie necessità, anche per effetto della diffusione dei conti a canone, risultati meno convenienti di quelli al consumo. “Per 9 profili su 10 – sostiene l’Antitrust – i conti a consumo a parità d’uso, presentano una spesa annua più contenuta, seguiti dai conti a canone ad operazioni illimitate e quelli a canone con operazioni limitate”.