Ansaldo, in pressione sui supporti potrebbe deragliare sotto 9,23

Inviato da Riccardo Designori il Mer, 10/11/2010 - 11:42
Quotazione: ANSALDO STS
Le vendite della prima parte della seduta colpiscono anche Ansaldo. La controllata di Finmeccanica è estremamente vicina ai supporti mobili offerti dalla trendline di lungo periodo ottenuta con i minimi crescenti del 22 gennaio 2008, 11 ottobre 2008 e 27 agosto 2010. Da un punto di vista grafico le implicazioni negative hanno già iniziato a manifestarsi in occasione della seduta del 3 novembre, giorno in cui le azioni sono scivolate sotto la trendline ascendente di breve composta con i minimi del 31 agosto e del 4 ottobre. Il cedimento di 9,23 euro farebbe scattare un doppio segnale di vendita: uno rappresentato dal completamento di un doppio massimo, un altro dal cedimento della trend di lungo periodo. In quest'ottica è dunque possibile posizionare il proprio ordine di vendita a 9,30 euro contestualmente al cedimento di 9,23 euro. Lo stop secondo la strategia va collocato a 9,55 euro mentre i target proposti sono individuati in un primo momento a 8,70 euro, estensione del doppio massimo, e in area 7,30 euro, minimi di gennaio 2009.
COMMENTA LA NOTIZIA