1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Anno record per le IPO a Piazza Affari. Spicca collocamento di Poste Italiane

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il 2015 si ricorderà come un anno record in termini di collocamenti a Piazza Affari. L’anno termina con 32 nuove ammissioni di cui ben 27 IPO. Le new entry si sono così suddivise: 8 sul mercato MTA (di cui 5 sullo STAR), 1 su MIV e ben 18 su AIM Italia.
Nel dettaglio: MTA (Banzai, OVS, Massimo Zanetti Beverage Group, Inwit, Banca Sistema, Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna, Poste Italiane, Openjobmetis), MIV (Space 2) e AIM Italia (Mobyt, Digitouch, Caleido Group, Clabo, Elettra Investimenti, Cover 50, Biodue, Bomi Italia, Masi Agricola, Assiteca, Piteco, Capital for Progress 1, Giglio Group, Glenalta Food, H-Farm, Gambero Rosso, Blue Financial Communication, Bridge Management).
Alle suddette IPO si sono poi agguinte le ammissioni di Italian Wine Brands, Mondo TV Suisse, LUVE, Banca Mediolanum e il passaggio di FILA da MIV al segmento STAR.
Nel 2014 le IPO erano state 26 nel 2014. Le società revocate nel 2015 sono state 16.
Maglia rosa tra le IPO quella di Poste Italiane, con un capitale raccolto di oltre 3 miliardi di euro, l’operazione più importante degli ultimi 10 anni.